Giro “sturistico” a Verona

“La produzione mondiale si riorganizza, e per fortuna i Paesi ricchi sono comunque attratti da quel che offriamo loro a quanto artigianato, turismo, gastronomia”

Michel Houellebecq

Giro “sturistico” a Verona

Arrivo, scendo. Esco.
Voglio vedere lo stadio dell’ Hellas e il Chievo, vado.
Tutto chiuso, cancelli dapertutto. Vedo un buco, guardo indietro, entro.
Salgo, tutto è un cantiere, lo stadio si prepara per la nuova stagione in Serie A dell’ Hellas. Eccola.
Scendo, cerco la uscita, quella di prima non c’è più. Penso a Primo Levy, Lager, se non ce la faccio.
Giro tutto, trovo un buco, mi imbuco e esco.
– Signona, la frazione di Chievo ? – Dritto. Ma vuoi essere truffato – No, ma voglio sentire l’italiano veronese.
Salgo, quinto piano, lei è Silvana Franchi, che vuole truffarmi.
Esco, scendo, arrivo a Chievo (molto verde). Bello, cerco la diga, eccola.

La diga ferma l’acqua del fiume Adige durante 1988 secondi al giorno.

Prendo l’11 e arrivo in centro.

Turisti, molto bello tutto. Eccoli.

Verona è al Veneto, è simile a la città di Venezia.

Ultima fotografia: “Gli spietati salgono sul treno e non ritornano mai più”.

DSC03533 DSC03541 DSC03544

Converted_file_03cb6538

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...