Inno di Mameli

Inno di Mameli

È bello fischiettare l’inno spagnolo in Italia, nessuno capisce e se qualcuno in giro riesce a capire cosa sto fischiettando farà finta di non capire niente, il fischio è fischio e non ha delle parole.

Fischiettare l’Inno italiano è un’altra cosa, tutti i giorni alla mattina lo faccio quando attraverso il sottopassaggio, quello della stazione dei treni di Trento.

Oggi, entrato in galleria, sentii una musica, roba strana, ma proseguii fischiettando, volevo e basta. Alla fine, dove le scale salgono, c’era un uomo suonando la tastiera. Guarda, mi disse, guardai e infilò la mano in tasca per estrarre il suo passaporto, oggi è il mio compleanno, mi raccontò, nove settembre, era giusto, appunto, feci cenno di sì con il capo. Avevo paura di averlo fatto arrabbiare con il mio fischiettare l’Inno Italiano o Fratelli d’Italia o Inno di Mameli o Canto Nazionale o Il Canto degli Italiani, ma no, era il suo compleanno e voleva delle monete per chissà, affari suoi.

Lo salutai e me ne andai, ieri era stato il compleanno della mia mamma, 8 di settembre, e non avevo potuto dirle niente, nemmeno nulla.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...